FeLSA News

Venditori Ambulanti Firenze

Commercio su Area Pubblica Toscana

Limiti Durata Autorizzazioni

Home

Presentazione

Redazione

Contatti

Notizie

REDAZIONI

Abruzzo

Basilicata

Calabria

Campania

Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Marche

Molise

Piemonte

Puglia

Sardegna

Sicilia

Toscana

Trentino Alto Adige

Umbria

Valle d'Aosta

Veneto

LAVORO

Atipico

Autonomo

Somministrato

RUBRICHE

Contratti

Convegni

Normativa

Situazione Venditori Ambulanti a Firenze

Scontro tra Comune e Regione sul futuro del Commercio su Area Pubblica in Toscana

La reazione dell’Amministrazione fiorentina all’approvazione del Pdl 81 non si è fatta attendere. Infatti, il Vice Sindaco e Assessore allo Sviluppo Economico Dario Nardella ha manifestato disappunto per non essere stato consultato (come amministrazione).

Voi potreste pensare che un giovane assessore di una giovane Amministrazione e per di piu’ di sinistra, tenga alla tutela del lavoro e dei lavoratori in generale e quindi anche dei commercianti su area pubblica della sua città (circa 1000 dei quali 500 nel solo centro storico) per evitare di trasformare i lavoratori di questa categoria, con l’applicazione della Bolkestein, in precari destinati alla disoccupazione, mettendo anche in crisi l’indotto.

Ma purtroppo non è così !

Infatti, l’amministrazione fiorentina, con l’applicazione della direttiva europea avrebbe la possibilità, essendo anche alla fine dell’anno in scadenza le autorizzazioni degli ambulanti fiorentini, di ritirare le autorizzazioni, diminuirne il numero (nel centro storico) e le rimanenti assegnarle tramite una procedura di selezione, cioè per concorso. Da ciò si comprende il suo disappunto nei confronti della regione per non essere stati consultati.

Ma Nardella non si arrende !

A nome di Firenze, assieme ai comuni Toscani che assieme a Firenze sono stati dichiarati patrimonio dell’Unesco (Siena, San Gimignano, Pienza e Pisa) ha chiesto un incontro con la regione per ottenere leggi particolari e poteri per questi comuni in materia di commercio, cioè il controllo sulla destinazione commerciale dei fondi controllo sulla merceologia turistica che viene venduta dai commercianti e ambulanti, ma soprattutto la possibilità di poter abbreviare la durata delle autorizzazioni ambulanti.

Sul fronte delle trattative tra Amministrazione e sindacati, la situazione è in stallo. Il comune non si muove dalle sue posizioni, ovvero chiede lo spostamento di 85 autorizzazioni dal mercato di San Lorenzo e altre 250 dal resto del centro storico (essendo patrimonio dell’UNESCO). Nota comica (si fa per dire), il Piazzale Michelangelo essendo fuori dal centro e quindi non patrimonio dell’UNESCO, si riteneva che il suo mercato turistico di 14 commercianti su area pubblica fosse indenne da spostamenti.

Invece, no !

Sembra che l’Amministrazione fiorentina abbia rimediato alla mancanza. Infatti, la notizia è del 20 novembre 2011. Il parcheggio del Piazzale (l’ultimo gratis in Firenze) verrà spostato al posto del camping in Viale Michelangelo dopo che questo verrà sfrattato prima e non dopo il 2014 termine del contratto ... e ... udite, udite ... via anche il mercato turistico ambulante ...

Marco Cigni

Seg. Gen. Felsa Cisl Toscana

 

Commercio Ambulante nel Capoluogo Toscano. L'Amministrazione Comunale Fiorentina vuole porre Forti Limiti alla durata delle Autorizzazioni.

Supplemento Sindacale del Giornale InformazioneOnLine.Info - Tutti diritti riservati

FELSA CISL - Via Salaria 83 - ROMA - C.F. 97585760586